Obiettivi e Motivazione: 4 Abitudini per Raggiungere i Propri Obiettivi

Il cambiamento per 9 persone su 10 è una violenza su se stessi. Sono in pochi a sapere e accettare che il cambiamento, quello positivo, porta sempre novità positive, nuove conoscenze, nuove occasioni, nuovi modi di intendere e di volere. Sapete cosa diceva Goethe?

Riguardo a tutte le azioni di iniziativa e di creazione, c’è una verità elementare: appena uno si impegna a fondo, anche la Provvidenza si muove

Se una persona comincia a muoversi, a cambiare, a decidere e agire, allora si accorgerà dopo un po’ di tempo che tutto il mondo intorno comincia a cambiare. Il punto di partenza è la decisione, ma intesa non come mera manifestazione generica di intenti, quanto piuttosto come l’avvio di azioni decise di cambiamento.

Ogni azione, però, va indirizzata verso un obiettivo, che potrebbe anche non essere stato ben individuato. Per questo suggerisco di ascoltare uno dei talk suggeriti in un articolo del blog del TED.

Giorno 16: 4 consigli per raggiungere i propri obiettivi

Nella seconda parte di questa serie di articoli, cercherò di andare più sul pratico, offrendo spunti per mettere in pratica quello che ho cercato di dimostrare più teoricamente nei primi 15 articoli.

Segnalo, quindi, un post pubblicato nel blog del TED in cui vengono forniti 4 semplici consigli che dovrebbero aiutarci a fissare e raggiungere gli obiettivi che ci prefissiamo. Ognuno dei suggerimenti viene accompagnato da un video, quindi i curiosi possono approfondire l’analisi di ognuna di queste abitudini ascoltando i singoli talk.

Ecco come inizia:

La vita ha la brutta abitudine di interrompere i migliori piani, ma, il più delle volte, è la nostra mente ad intromettersi tra noi e i nostri obiettivi. Ci inventiamo una litania di scuse per spiegare perché questi obiettivi non vengono spuntati dalle nostre liste e così diventiamo i nostri peggiori nemici.

Ed ecco i suggerimenti degli speaker del TED:

1. Definisci le tue paure invece dei tuoi obiettivi

Cosa ti trattiene? Di che cosa hai paura? Annota le cose peggiori che potrebbero accadere se fallisci, quindi pensa a cosa farai se accadono e come potresti prevenirli.

2. Bandisci la parola “bene”

Ecco una interessante riflessione sull’utilizzo delle parole.

Considera questa parola come un campanello d’allarme: è ora di smettere di accontentarsi di “bene” e invece di puntare a “ottimo” e “grande”.

3. Affronta i tuoi ostacoli con curiosità.

Se una vocina vi chiede: “Non sarebbe più divertente guardare Netflix per le prossime due ore invece di scrivere un post che nessuno (o quasi) legerà e poi passare il resto della serata su un libro?”, sappiate che avete qualcosa su cui riflettere. La curiosità è la vostra arma migliore contro la distrazione, parola dello psichiatra Judson Brewer.

Quando ti ritrovi a procrastinare, guarda cosa sta succedendo nella tua mente. Sei annoiato? Impaurito? Frustrato? Questa intuizione può aiutarti a capire che cosa devi risolvere per tornare in pista.

4. Abbraccia le tue prossime vittorie.

Dietro ogni successo, ci sono infinite quasi vittorie. L’ultimo video suggerito nel post consiglia di abbracciare queste quasi vittorie e farle proprie.

Photo by icon0.com from Pexels

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *