Obiettivi e Motivazione: Controllare le Emozioni e gli Stati d’Animo

controllare le emozioni

Per comprendere meglio di cosa parliamo, riporto alcune definizioni, tutte tratte da Wikipedia:

Le emozioni sono stati mentali e fisiologici associati a modificazioni psicologiche, a stimoli interni o esterni, naturali o appresi. La loro principale funzione consiste nel rendere più efficace la reazione dell’individuo a situazioni in cui si rende necessaria una risposta immediata ai fini della sopravvivenza, reazione che non utilizzi cioè processi cognitivi ed elaborazione cosciente.
Le emozioni rivestono anche una funzione relazionale (comunicazione agli altri delle proprie reazioni psicofisiologiche) e una funzione autoregolativa (comprensione delle proprie modificazioni psicofisiologiche) (Wikipedia).

Con il termine sentimento si intende uno stato d’animo ovvero una condizione cognitivo-affettiva che dura più a lungo delle emozioni e che presenta una minore incisività rispetto alle passioni. Per sentimento genericamente si indica ogni forma di affetto: sia quella soggettiva, cioè riguardante l’interiorità della propria individuale affettività, sia quella rivolta al mondo esterno (Wikipedia).

L’umore è uno stato d’animo persistente, che differisce dalle emozioni, dai sentimenti e dagli affetti per il fatto di essere meno specifico, meno intenso e meno suscettibile di essere provocato da uno stimolo o un evento recente (Wikipedia).

I nostri impulsi emotivi, momentanei, prolungati o permanenti che siano, determinano le nostre azioni molto più della nostra volontà cosciente. Trovarsi, ad esempio, in una condizione di allegria e ottimismo ci può far assumere decisioni importanti e molto più rischiose di quanto potrebbe accaderci in un momento di malinconia o di tristezza. E questo indipendentemente da qualsiasi calcolo razionale che possiamo essere in grado di fare.

Leggi tutto “Obiettivi e Motivazione: Controllare le Emozioni e gli Stati d’Animo”